CENTRO STUDI MARANGONI

APPALTI PUBBLICI: LE NOVITA' LEGISSLATIVE MANOVRA MONTI - (D.L. SEMPLIFICAZIONI) - LINEE GUIDA SULLA OFFERTA PIŁ VANTAGGIOSA - PROCEDURE NEGOZIATE


Nessuna tregua per il delicato ed importante settore dei contratti pubblici!"Digerite" appena le novità introdotte dal decreto sviluppo (decreto legge n. 70/2011, convertito in legge n. 106/2011), eccoci nuovamente ad esaminare nuove disposizioni, che rendono, di fatto, virtualmente instabile il settore, nonostante i buoni propositi di maggiore certezza del diritto insiti nella codificazione. Questa volta siamo in presenza di innovazioni, introdotte da: Legge 11 novembre 2011, n. 180, contenente disposizioni in materia di libertà e statuto delle imprese (art. 12 e 13);Decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 ("Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici; "Manovra Monti" o "Manovra salva Italia" ).Determinazione n. 7 del 24.11.2011 ("linee guida per l’applicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa nell’ambito dei contratti di servizi e forniture") Il seminario si propone di esaminare le ultime novità del settore dei contratti pubblici, non trascurando le più recenti riflessioni e contributi della giurisprudenza su diversi e rilevanti istituti.



Normativa di riferimento


Legge 180 / 2011
Det. AVLP  n. 2, 7 e 8 2011
L. 183 / 2011



Programma


PRIMA GIORNATA

Le novità introdotte dalla legge 11 novembre 2011, n. 180 ("Norme per la tutela della libertà d'impresa. Statuto delle imprese")
•    Le precisazioni in tema di gare per servizi tecnici (e la sopravvenuta abrogazione!);
•    Il favor per le micro,piccole e medie imprese;
•    Le PMI e le "grandi infrastrutture";
•    La verifica dei requisiti di partecipazione. L’ampliamento delle possibilità di autocertificazione.
•    Il ritorno dell’"esecuzione diretta" per la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria;
•    Le centrali di committenza obbligatorie per i Comuni fino a 5.000 abitanti; La centrale di committenza nazionale;
•    Il "costo del lavoro": l’abrogazione del comma 3-bis, dell’articolo 81 del Codice;
•    Le infrastrutture strategiche, Le misure per lo sviluppo infrastrutturale;

Le Semplificazioni e la “Decertificazione”.
- L’impatto della L. 183/2011 (decertificazione) in materia di appalti.
- il nuovo D.L. Semplifica-Italia e gli appalti pubblici. Novità.
- I requisiti speciali e generali: nuove modalità di controllo. Violazioni, conseguenze e responsabilità.
- L’utilizzo dei certificati. Caso particolare : il DURC ed i certificati di regolare fornitura.


Gli “affidamenti in economia”:
•    I lavori in economia: - L'amministrazione diretta; -  I lavori d'urgenza e di somma urgenza.
•    Servizi e forniture in economia: - "Grave negligenza e grave errore" nell'attività professionale,
•    Affidamento incarichi: L’affidamento dei “servizi tecnici” di importo inferiore ad € 40.000,00:
•    Il cottimo fiduciario: -: l’”obbligo di invitare le im-prese manifestanti interesse”.
•    Le Proroghe ed i Rinnovi dei contratti: La recente apertura per la proroga convenzionale: Consiglio di Stato, sez. VI^, 24/11/2011, n. 6.194

“Procedure negoziate” senza pubblicazione del Bando.
•    Cambio del nomen e ribadita eccezionalità rispetto alle pro-cedure aperte e ristrette.
•    La procedura di gara; le indagini di mercato
•    Le novità introdotte dal “Decreto sviluppo”.
•    Le indicazioni dell’Autorità di Vigilanza: Determinazioni nn. 2/2011 ed 8/2011
•    Presupposti ed onere di motivazione.



SECONDA GIORNATA



La riscrittura dell’articolo 46 del codice:
•    La consacrazione del principio di tassatività delle cause di esclusione e la connessa e discussa esclusione di margini di discrezionalità per la stazione appaltante (art. 46, comma 1°-bis, Codice)
•    La possibile sanabilità-regolarizzazione dei documenti di gara (art. 46, comma 1°, Codice)

La riscrittura dell’articolo 38 ("requisiti di ordine generale")
•    Le modificazioni dei requisiti ostativi "penali";
•    valutazione delle violazioni in materia fiscale (lettera "g");
•    regolarità contributiva e sicurezza;
•    La limitazione dell’esclusione dalla gara solo ai casi di false dichiarazioni rese con dolo o colpa grave.
•    Le altre variazioni.

L’offerta economicamente più vantaggiosa.
Le nuove linee guida dell’Autorità di Vigilanza.
•    La fissazione dei criteri. Il valore giuridico dell’Allegato P del DPR 207/2011. facoltatività o cogenza. Metodi di valutazione. Formule e procedure per l’attribuzione dei punteggi
•    La verbalizzazione delle operazioni della commissione di gara
•    La riparametrazione e graduatoria.
•    L’anomalia alla luce delle linee guida.
•    Le soglie di sbarramento dopo le linee guida. 

Le “clausole territoriali” e le altre forme di “localizzazione” dei bandi e delle lettere di invito
 


Relatori


Dottor Marcello Faviere
Estav Toscana

Dott. Massimiliano Alesio
Unione ComuniAvv. Marco Mariani
Amministrativista

VAI A TUTTI GLI EVENTI  Vai a tutti gli eventi
 
CENTRO STUDI MARANGONI / P.IVA IT10327720156
info@centrostudimarangoni.it