CENTRO STUDI MARANGONI

LA COSTITUZIONE DI UNA CENTRALE DI COMMITTENZA DOPO LE RECENTI NOVITA' LEGISLATIVE


Oramai sembra ben chiaro che non sarà più possibile condurre e gestire, in "forma singola", una gara per il conferimento di un appalto di servizi, forniture ed anche lavori. Il comma 4°, dell'articolo 9, della recentissima legge n. 89/2014 opera l’ennesima riscrittura del comma 3-bis dell’articolo 33 del Codice dei contratti pubblici, in tema di Centrali di committenza, già oggetto di ripetuti interventi normativi. La novella disciplina introdotta pone sicuramente chiare difficoltà organizzative alle stazioni appaltanti. In tal senso, è emblematica la vicenda della proroga, "disposta" dalla Conferenza Stato-Città-Autonomie Locali del 10 luglio 2014, ma contestata giustamente dal neo presidente dell'A.N.A.C., in quanto inidonea ad innovare e modificare il vigente assetto normativo di settore.   Ad ogni modo, la gestione "aggregata" della gara sembra imporsi, al di la delle discusse proroghe e ciò dà luogo ad una evidente e rilevante difficoltà di rapida e corretta costituzione della centrale di committenza. Il seminario intende fornire i necessari strumenti conoscitivi, indispensabili per la costituzione della centrale, concentrando l'attenzione sul versante della convenzione, quale atto bilaterale, che dovrà essere stipulato fra le Pubbliche amministrazioni, onde poter dar vita e disciplinare l'organizzazione e la complessiva attività della centrale di committenza.



Normativa di riferimento


Legge n. 89/2014



Programma



 
a)    Il quadro normativo di riferimento per la costituzione della centrale di committenza;
b)    I quattro modelli normativi di riferimento;
c)    Il ruolo primario della "convenzione", quale atto costitutivo e di disciplina della centrale di committenza;
d)    Le finalità e l'oggetto della convenzione di costituzione;
e)    L'individuazione delle sede della centrale di committenza;
f)    Le attività della centrale;
g)    Le attività di competenza degli enti aderenti "interessati";
h)    La disciplina concordata del ricorso eventuale ("in alternativa") al mercato elettronico;
i)    La dotazione di personale;
j)    La disciplina dei flussi informativi;
k)    Le forme di consultazione;
l)    I costi della centrale di committenza;
m)    I rapporti finanziari fra gli Enti convenzionati;
n)    Le opportune coperture assicurative;
o)    La durata e le modalità di recesso;
p)    Le modifiche della convenzione e le nuove adesioni;
q)    La disciplina dell'eventuale contenzioso.


Relatori


Relatore:  Alesio avv. Massimiliano
Attualmente, esercita le funzioni di Segretario Generale in Comuni della Provincia di Cremona; collabora, in qualità di pubblicista, con le riviste “Il Nuovo diritto”, “Prime Note”, “Diritto&Giustizia” (Ed Giuffrè), “La Gazzetta degli Enti Locali”, "Comuni d'Italia" ed “Appalti&Contratti” (Ed. Maggioli), TEME (Tecnica e Metodologia Economale); svolge attività di collaborazione scientifica con l’EDK e la  De Agostini Professionale ed attività di convegnista.

VAI A TUTTI GLI EVENTI  Vai a tutti gli eventi
 
CENTRO STUDI MARANGONI / P.IVA IT10327720156
info@centrostudimarangoni.it