CENTRO STUDI MARANGONI

LA PROCEDURA DI GARA DOPO LA DIRETTIVA RICORSI


E' stato pubblicato il decreto di recepimento della direttiva ricorsi: è il n. 53 del 20/3/2010 (G.U. 12/4/2010 n. 84) In considerazione delle importanti novità introdotte, quali ad es. i ridotti termini per la presentazione del ricorso, o  le pesanti sanzioni poste a carico dell'Amministrazione, riteniamo particolarmente opportuno approfondire tali innovazioni (che si affiancano ad altre in materia di conciliazione ed arbitrato). La prima giornata verrà dedicata quindi alla disamina dei provvedimento di legge e del suo funzionamento. Il secondo incontro sarà dedicato invece alla verifica dei punti "più delicati" e controversi della gara nei quali la nuova Direttiva potrebbe creare effetti negativi imprevisti. Una particolare attenzione verrà riservata ai "punti dolenti" quali i termini, l'accesso agli atti di gara, il rilascio - obbligatorio - di copia della documentazione richiesta, il miglioramento del sistema di comunicazione delle fasi della procedura di gara, le clausole del Bando in materia di conciliazione, e soprattutto alla verifica dei requisiti di gara (generali e speciali) recentemente normati dalla Determina n. 1 dell'Autorità di Vigilanza.. Come sempre, largo spazio viene riservato alla disamina dei casi pratici proposti dai partecipanti.



Normativa di riferimento


D.Lgs n. 53 / 2010
Direttiva  2007 / 66 / CE



Programma


 

 

 

Contenuti della Direttiva 2007/66/CE e del Decreto Lgs . 53 di recepimento: ambito soggettivo ed oggettivo di applicazione delle nuove disposizioni

Termine sospensivo (standstill period) e informazioni dovute dalle stazioni appaltanti. Regole ed eccezioni

Contenuti del Bando di gara. L’ ingiustificata omessa pubblicazione del preliminare dei bandi di gara

Le nuove preclusioni in caso di impugnazione dell’aggiudicazione definitiva con contestuale richiesta di misure cautelari e scelta dello strumento per l’informativa

Il nuovo regime delle comunicazioni dell’aggiudicazione. Termini, preclusioni e modalità.

Violazione del termine sospensivo per la sottoscrizione del contratto d’appalto con l’aggiudicatario

L’informativa dell’intento al ricorso: effetti sul procedi-mento di gara e sulla stipula del contratto ed i nuovi adempimenti procedurali (Conseguenze della mancata adozione degli atti necessari ed il provvedimento della stazione appaltante)

Il ricorso giurisdizionale: rimedi esperibili, termini per la proposizione ed atti impugnabili.

Accesso agli atti: nuova procedura semplificata.  La preinformazione di diniego.

Modifiche all’accordo bonario e disposizioni in materia di arbitrato. La facoltà di ulteriori ribassi.

Le spese in economia dopo il D.Lgs.  n. 53/10: nuovi limiti, adempimenti e responsabilità.  L’ illegittimo affi-damento diretto e modifiche all’esecuzione in via d’urgenza.

La declaratoria di inefficacia del contratto e le nuove sanzioni amministrative in capo alla stazione appaltante

Le nuove responsabilità del RUP e dei dirigenti

La verifica dei requisiti generali: False dichiarazioni e verifiche dei requisiti generali; La verifica dei requisiti speciali

Le segnalazioni all’Avcp: presupposti, obblighi, responsabilità e sanzioni

 



Relatori


Avv. MASSIMILIANO ALESIO
Comune di Trescore

 

VAI A TUTTI GLI EVENTI  Vai a tutti gli eventi
 
CENTRO STUDI MARANGONI / P.IVA IT10327720156
info@centrostudimarangoni.it